Tè Rosso, quanta confusione!

  La domanda è che cos'è il tè rosso? Spesso mi capita di leggere articoli che parlano di tè rosso ma che in realtà non parlano proprio di tè! Con il mio lavoro mi sono effettivamente accorta che c'è molta confusione tra tè rosso e rooibos e che spesso sono utilizzati come sinonimi. Come prima cosa voglio dire (anche in modo un po' brusco) che il Rooibos non è un tè e tanto meno non è un tè rosso. In realtà parliamo di Rooibos quando ci riferiamo all'infusione ricavata dalle foglie del Aspalatus Linearis, un arbusto che cresce in maniera spontanea in Sudafrica e diventato famoso in tutto il mondo per le sue proprietà e il suo gusto naturalmente dolce. Ma allora torniamo alla domanda di partenza: che cos'è il tè rosso? Il tè rosso esiste, è ricavato dalle foglie della Camellia Sinensis e da noi è più conosciuto con il nome di tè nero. In effetti in Cina si è sempre chiamato con il nome Hong Cha (che significa appunto tè rosso), riferendosi al colore che le foglie assumono dopo l'infusione. Quando gli inglesi cominciarono a commercializzare tè, invece lo definirono tè nero, riferendosi al colore delle foglie secche. A questo punto chiarezza è stata fatta!!!! Il tè rosso è un vero e proprio tè mentre il rooibos è semplicemente rooibos!